Elezioni politiche 2013
24-25 febbraio 2013


Domenica 24 e Lunedì 25 febbraio, si svolgeranno le elezioni politiche per la scelta della nuova composizione dei due rami del Parlamento: Camera e Senato.

Sono chiamati a votare, in quanto cittadini italiani, tutti gli uomini e le donne che hanno raggiunto la maggiore età. E sono chiamati a farlo, non solo perchè la Costituzione italiana sancisce questo diritto, ma anche perchè la stessa, definisce il voto come un “dovere civico”, un dovere di solidarietà politica, un dovere che nasce dall'appartenenza alla collettività statale.


Un diritto e un dovere..facile a dirsi. Forse però non tanto facile a farsi in questo periodo.

Gli ultimi anni di crisi economica e politica hanno creato in noi tutti un forte senso di sfiducia nel mondo politico, nel futuro e un allontanamento dal senso di appartenenza alla nostra nazione.

Crediamo però che sia importante continuare a sperare e a lottare perchè queste situazioni trovino una via di uscita, un respiro nuovo.

Siamo chiamati a votare per difendere i diritti dei giovani lavoratori e studenti, per chiedere maggiori investimenti nel mondo del lavoro, nella formazione professionale, nell'istruzione, nella ricerca.

Investimenti che non partano solo dalla mera constatazione economica di cosa si possa o meno mantenere, di cosa si possa o meno tagliare.

C'è bisogno di investimenti che pongano la persona al centro dell'attività politica, economica e sociale; la sua dignità, i valori e i talenti dei quali è portatrice, la vocazione lavorativa alla quale si sente chiamata.


Quelli che ci accingiamo a vivere sono quindi giorni importanti, nei quali diventa fondamentale esprimere il nostro voto. Abbiamo una grande responsabilità, che partirà il 24-25 febbraio, ma che dovremo poi portare avanti nel corso dei prossimi 5 anni, per far sentire costantemente la voce dei giovani lavoratori e studenti, dei giovani di ambiente popolare, dei giovani che hanno meno opportunità di dire quello che pensano.


Chiediamo quindi a tutti i militanti dell'associazione e a tutti i cittadini di esercitare il proprio diritto, principio fondamentale per la democrazia, partecipando tutti al voto, in maniera responsabile, libera e consapevole.

Notizia inserita o aggiornata il 22/02/2013. Letta 927 volte.

 

Torna ad inizio pagina
Torna su