Archivio nazionale
Torino, Maggio 2005


Con il consolidarsi dell’esperienza della GiOC in Italia, all’inizio degli anni ’70, migliaia sono stati i giovani che hanno partecipato e si sono coinvolti nell’esperienza associativa e moltissime sono state le iniziative e le proposte che hanno permesso alla società e alla Chiesa di conoscere meglio la realtà dei giovani lavoratori e di ambiente popolare, e alla GiOC di incidere in esse.
I percorsi, le iniziative e le riflessioni che si sono sviluppate nei tanti anni di storia della GiOC, sono testimoniati dall’enorme mole di documenti realizzati. La produzione di questo materiale però non è mai stata accompagnata da un’attenta e sistematica archiviazione, con il risultato che la numerosa documentazione raccolta nella sede nazionale e nelle realtà locali, non ha avuto un’omogenea catalogazione, divenendo di difficile consultazione.
Questo ci ha fatto capire di correre il rischio non solo di non conoscere più la nostra storia, ma anche di non avere la possibilità di custodirla ed eventualmente di poterla scrivere. Il rischio di perdere un patrimonio prezioso per l’esperienza stessa dell’associazione, ma soprattutto, pensiamo, per l’intera società e per la Chiesa.
A seguito di queste riflessioni abbiamo deciso di dare avvio alla realizzazione dell’archivio storico dell’associazione, assumendoci la responsabilità di fare un investimento notevole, che esula dalle attività principali dell’organizzazione, per garantire che non venga perduta l’elaborazione culturale prodotta negli anni e proseguire con rinnovato slancio il servizio alla Chiesa e al mondo.

Nella primavera del 2005 si è conclusa la prima fase di creazione dell’archivio, con la suddivisione e catalogazione del materiale presente nella sede nazionale. Si è costituito un fondo archivistico di 1.200 fascicoli, costituito dai documenti nazionali e della federazione di Torino.

Questo lavoro è stato possibile anche grazie al contributo della Regione Piemonte. L’archivio è a disposizione di quanti sono interessati alla consultazione del materiale presente, su cui possono essere fatte ricerche rapide grazie all’indice informatico consultabile all'indirizzo http://www.regione.piemonte.it/guaw/SearchAction.do.

Notizia inserita o aggiornata il 03/02/2010. Letta 6433 volte.

 

Torna ad inizio pagina
Torna su