Trilaterale Portogallo - Spagna - Italia
Lisboa (Portogallo), 5 - 9 Luglio 2010

Incontro trilaterale sulla STRUTTURA della GiOC

Immagine notizia


I Segretariati e Direttivi Nazionali della GiOC di Portogallo, Spagna e Italia si sono riuniti a Lisbona nei giorni tra il 5 e il 9 di Luglio 2010. Abbiamo condiviso riflessioni sul nostro attuale lavoro verso i giovani lavoratori, traendo conclusioni e sfide molto importanti per la nostra missione.

 

Oggigiorno i problemi e le difficoltà dei giovani lavoratori identificati all'inizio del '900 da Cardijn, il fondatore della GiOC, continuano a essere presenti e del tutto simili, sebbene inseriti in un contesto differente. Oggi c'è una diversa percezione del lavoro: se prima esso costituiva la persona, oggi è solo il mezzo per ottenere denaro. E in questa concezione vi è una grande mancanza di coscienza critica, è difficile identificare il lavoro come qualcosa di importante e che riguarda il progetto di vita della persona; inoltre, aumenta sempre di più il timore che esiste nella società, in particolare nei giovani, di perdere il lavoro e si assume come normale lo stato di precarietà lavorativa. Per di più, esiste una grave carenza della consapevolezza dei propri diritti lavorativi e della storia del mondo operaio e lavoratore.

 

La crisi economica e sociale che viviamo sta generando molte situazioni di difficoltà nei giovani lavoratori. Un esempio è l'aumento di contratti sempre diversi e particolari, soprattutto nel settore dei servizi, e la diffusione di fenomeni come “falsi autonomi", contratti a partita IVA. Allo stesso tempo esistono, naturalmente, un elevato tasso di disoccupazione giovanile e gravi situazioni di povertà, in molti casi vissute da giovani immigrati.

 

Di fronte a questa situazione, le GiOC di Portogallo, Spagna e Italia affermano che questa mancanza di coscienza critica e le false speranze create dalla società capitalista (consumismo, edonismo, etc.) rendono il ruolo della GiOC più necessario che mai. In più, il forte individualismo che viviamo richiede alla GiOC di essere sempre più missionaria, per continuare a rappresentare uno strumento concreto per la costruzione del Regno di Dio.


Siamo consapevoli delle difficoltà che al giorno d'oggi si vivono nel mondo della Chiesa. Per questo la GiOC, come ha sempre fatto, deve continuare a essere per i giovani una Chiesa vicina, amica e accogliente che offra un Vangelo necessario e rivoluzionario in questi tempi di crisi, rivendicando la dignità del lavoro e della persona, nel rispetto degli spazi e dei tempi per la famiglia, il tempo libero, il tempo per una vita spirituale, etc.

Tutto ciò, oggi, presuppone una presa di posizione controcorrente, che si oppone al trascinamento e alla persuasione dei valori che la società odierna ci impone.


Il metodo e il lavoro della GiOC nei nostri tre paesi è molto simile. Siamo attenti ai giovani e alle loro problematiche, sviluppando Campagne d'Azione che mirano a denunciare le situazioni e trovare soluzioni concrete. Svolgiamo sovente il nostro lavoro in territori e quartieri tradizionalmente operai e, allo stesso tempo, spesso, nei quartieri più marginali e precari delle nostre città.


La nostra metodologia, la Revisione di Vita, dà la possibilità a tutti i giovani di esprimere le proprie opinioni e di riflettere in profondità sulla realtà delle loro vite, incidendo e facendo la differenza nei problemi e nelle questioni che si vivono. La GiOC è una scuola di formazione continua e integrale per i giovani, che li rende attenti e impegnati nei loro ambienti di vita.

Infine la GiOC ha il ruolo di portare e di essere la voce dei giovani lavoratori all'interno di altri luoghi, istituzionali o meno (organizzazioni sociali o politiche, Chiesa, etc.), affinché le nostre problematiche e le nostre istanze siano tenute in conto e si lavori per la dignità dei giovani lavoratori.




Lisbona, 9 Luglio 2010



Documenti
Comunicato Finale ESTERNO Trilaterale PT-ES-IT
Il comunicato finale, per l'esterno, di sintesi della Trilaterale Portogallo - Spagna - Italia sul tema della STRUTTURA della GiOC e di come essa risponde ai bisogni dei giovani lavoratori (luglio 2010)
Comunicato Finale INTERNO Trilaterale PT-ES-IT
Il comunicato finale interno, per i militanti GiOC, di sintesi della Trilaterale Portogallo - Spagna - Italia sul tema della STRUTTURA della GiOC e di come essa risponde ai bisogni dei giovani lavoratori (luglio 2010)


Album fotografico
Cliccare sulla foto per vederla ingrandita.


Notizia inserita o aggiornata il 22/07/2010. Letta 1280 volte.

 

Torna ad inizio pagina
Torna su