Il Decalogo del Giovane Lavoratore Cristiano


- 1 -

  Ricordati che tu vali per quello che sei, per le qualità della tua persona, per i sogni che coltivi nel cuore, per il lavoro che svolgi o per il lavoro che cerchi:

sii fiero dei tuoi  tanti lavoretti, anche se umili, poco considerati, di breve durata e non stancarti di ricercare e di  rivendicare un  lavoro stabile per te  e per tutti i giovani.

 

   

- 2 -

  Attraverso il tuo lavoro occupi un posto importante nella tua famiglia, tra gli amici; ti senti protagonista nella società:

prendi in mano la tua vita con determinazione, con gioia  e non tirarti indietro, non mollare mai! La tua vita è un dono di Dio!

 

   

- 3 -

  Il  lavoro ti offre opportunità nuove, ti mette in contatto con tante persone nel tuo territorio, nel mondo:

coltiva i rapporti, costruisci relazioni aperte e solidali; affronta il tuo lavoro come spazio vero di partecipazione e di condivisione.

 

   

- 4 -

  Attraverso il lavoro, giorno dopo giorno, costruisci qualcosa di “nuovo". Forse, pochi lo vedono e lo apprezzano, ma tu, nel piccolo,  stai contribuendo a realizzare un mondo più bello:

hai posto un mattone in più nella costruzione del Futuro che tutti attendiamo. Con il tuo lavoro, stai partecipando  all’azione di Dio Creatore!

 

   

- 5 -

  Il lavoro coinvolge il cuore, la mente, le braccia; richiede la volontà, la fantasia, la creatività, la capacità di  operare insieme, di valorizzare le risorse del territorio, di cooperare:

combatti il pessimismo, la rassegnazione e coltiva la Speranza di chi guarda avanti con fiducia, non da solo, ma con gli altri.

 

   

- 6 -

  Fa’ del tuo lavoro quotidiano “il più bel lavoro possibile", il “capolavoro" della tua giornata, con professionalità e competenza:

sperimenterai  il gusto, la bellezza del “lavoro fatto bene"; ne sarai fiero e altri seguiranno il tuo esempio.

 

   

- 7 -

  Il mondo del lavoro è attraversato dai grandi mali della nostra società: l’individualismo, la sete di profitti ad ogni costo, la precarietà, l’illegalità, la mancanza di sicurezza, la scarsa attenzione alle persone che lavorano:

analizza in profondità  questi meccanismi perversi;  impara a conoscerli, a combatterli e scoprirai il progetto di Dio che ci ha donato questa nostra “madre terra", perchè attraverso il lavoro, tutti potessimo vivere bene e felici, nessuno escluso.

 

   

- 8 -

  Il mondo  del lavoro è in rapida trasformazione: richiede lavoratori sempre più aggiornati  e competenti:

investi sulla tua formazione, non considerarti ormai “arrivato". Lavoro e formazione faranno di te una persona solida, equilibrata e capace di affrontare le sfide del mondo in continua evoluzione.

 

   

- 9 -

  Al tempo del lavoro fa seguito il tempo del riposo, della festa, per coltivare gli affetti nella famiglia, con le persone care; divertirsi. La  Domenica è “giorno dell’uomo" e “giorno del Signore", per ringraziarlo, per riconoscere che tutto è un dono che riceviamo dalle sue mani:

vivi la Domenica nella tua Comunità Cristiana, partecipando  all’Eucarestia, per dire “Grazie!" a  Dio, per metterti in ascolto di  Gesù, lavoratore di Nazaret;  per partecipare alla sua Pasqua, alla sua  vittoria sul male, sulla morte e sperimentarla, ogni giorno, nel tuo lavoro.

 

   

- 10 -

  Lavora, ma senza far diventare il tuo lavoro un “idolo assoluto"; assapora la bellezza del silenzio, della calma, dell’interiorità, della sobrietà e della solidarietà con i più poveri, secondo il progetto di Dio:

godrai dei frutti del tuo lavoro, renderai felici molti e sarai testimone del Padre che vuole il bene per tutti i suoi figli e ci ricorda che al centro del lavoro, del mondo c’è l’ UOMO!

 

 

 

Don Giacomo Garbero

Assistente Nazionale GiOC



Documenti
Il Decalogo del Giovane Lavoratore Cristiano
Scarica il ”Decalogo del Giovane Lavoratore Cristiano” in formato PDF

Notizia inserita o aggiornata il 06/07/2009. Letta 1851 volte.

 

Torna ad inizio pagina
Torna su