Messaggio Di Solidarietà


"La speranza è avere fiducia anche nelle curve"…
con queste parole don Lugi Ciotti ci invita ad andare avanti nonostante le difficoltà e i momenti di buio intenso.

La ‘ndragheta sta colpendo, per dare una lezione criminale all’opera educativa e formativa di gruppi giovanili, associazioni ecclesiali, movimenti impegnati nella creazione di una cultura nuova, di una inversione di tendenza per restituire alla bella Calabria speranza, prospettive dignitose di lavoro e di libertà. Tutto ciò suscita nei nostri cuori sdegno, e rivela, ancora una volta, il vero volto della mafia che intende mantenere il suo controllo, con tutti i mezzi, sul territorio.
Occorre lavorare giorno dopo giorno, per fare educazione e formazione, portare alle istituzioni e alla città la voce dei giovani che lavorano e che non fanno notizia, che spesso si trovano a vivere situazioni di illegalità, proprio legata alla loro condizione di lavoro.

La Gi.O.C. pronuncia una forte indignazione per questi fatti, esprimendo una robusta solidarietà e una profonda stima nei confronti dei responsabili e dei lavoratori della Cooperativa sociale “Valle del Marro – libera Terra", nei confronti di tutte le vittime della ‘ndrangheta e nei confronti di tutte le donne e gli uomini che si impegnano per un lavoro dignitoso e una vita giusta, in Calabria così come nell’Italia intera.
Nei giorni di dura prova si assapora la dolce e forte presenza di Dio, un Dio che si concretizza attraverso le persone incontrate quotidianamente ,con le quali si cammina e si lotta insieme, per un domani più fiducioso.
Rimanere uniti, organizzarsi, lavorare ed impegnarsi giornalmente nella legalità rappresenta oggi, come ieri, la priorità per noi gente di Calabria , per affrontare e sostenere le fatiche,con l'intera comunità, per un progetto comune.

Gi.O.C. (Gioventù Operaia Cristiana)
Manuela Agagliate. Presidente Nazionale
Emanuela Converso. Coordinatrice Sud Italia


Notizia inserita o aggiornata il 14/05/2007. Letta 1965 volte.

 

Torna ad inizio pagina
Torna su