Progetto Policoro


È il progetto della Chiesa Italiana che tenta una risposta concreta al problema della disoccupazione giovanile al sud. Promosso dall’Ufficio Nazionale della Pastorale Sociale e del Lavoro, dal Servizio Nazionale della Pastorale Giovanile e dalla Caritas Italiana, prende il nome dalla città, Policoro (MT), in cui si tenne il primo incontro nel 1995.

L’obiettivo principale del Progetto Policoro è offrire percorsi formativi e di evangelizzazione ai giovani lavoratori, disoccupati, precari e dei “cattivi lavori", creando una nuova cultura del lavoro al Sud attraverso l’imprenditoria giovanile e la cooperazione.

Il Progetto si sviluppa attraverso proposte e iniziative specifiche:
 La Filiera dell’Evangelizzazione (insieme di associazioni presenti sul territorio) volta ad accompagnare i giovani nel cammino della Fede per incarnarla nella vita;
 La Filiera della Formazione (insieme di organizzazioni – consorzi di cooperative…) volta ad orientare e formare il giovane nel mondo del lavoro;
 I Gesti Concreti, che rappresentano tutte le idee imprenditoriali dei giovani realizzate attraverso il Progetto Policoro;
 I rapporti di reciprocità, che consentono a giovani del Sud il confronto e la condivisione del proprio cammino con le realtà imprenditoriali del Nord, per un reciproco arricchimento.

Sul piano operativo si sono formati gli “Animatori di comunità", un giovane per ogni Diocesi che aderisce al progetto, che con l’apertura del “Centro Servizi Diocesano per l’Imprenditoria Giovanile", contribuisce a sensibilizzare le comunità locali al tema del lavoro oltre ad accompagnare e sostenere la creazione di nuove imprese, i “gesti concreti" appunto. Gli animatori di comunità cercano di rispondere ai bisogni dei giovani della propria realtà, maturando valori e competenze, favorendo la realizzazione di un lavoro di rete tra le diverse componenti presenti nel Progetto.

La GiOC, a livello nazionale e locale, fa parte della Filiera dell’Evangelizzazione.

Notizia inserita o aggiornata il 18/11/2006. Letta 1950 volte.

 

Torna ad inizio pagina
Torna su