“Per fare un tavolo, ci vuole il legno,…l’albero,…il seme,…il frutto,…il fiore…"
Torino, 16-17 ottobre 2004

Week-end formativo per responsabili dell'estensione


Nel corso del week-end si è svolto un incontro nazionale dei militanti che fanno estensione, dal titolo “Per fare un tavolo, ci vuole il legno,…l’albero,…il seme,…il frutto,…il fiore…", per rispondere all’esigenza di capire insieme come progettare i cammini.

Nella giornata di sabato don Teresio Scuccimarra, ex-assistente nazionale della GiOC, ha aiutato a riflettere sullo sforzo culturale e di metodo da perseguire quando si propone il cammino della GiOC in realtà nuove: l’incontro con le diverse abitudini legate al contesto d’appartenenza, il modo di rapportarsi con le tante situazioni che s'incontrano.
Un secondo aspetto di confronto, è stato circa l’individuazione di punti comuni su cui far nascere l’esperienza “in tutta Italia ci sono persone illuminate da mettere in rete…"
Domenica invece Dario Marchione, accompagnatore adulto, ha fatto un intervento sul senso del progetto per le realtà in estensione "Progettazione significa rappresentare il futuro attraverso un progetto…" e successivamente si è provato a progettare in modo puntuale, sulle realtà in cui oggi ci si sta impegnando.

…dal documento congressuale “Luoghi da Abitare":
“La GiOC rappresenta uno spazio in cui dialogare, trovare un senso profondo in ciò che si vive, trovare insieme la strada per affrontare gli ostacoli. E’ vitale anche per la GiOC, fare questo sforzo di andare incontro ad altri giovani, far entrare aria fresca. Nuove persone che contribuiscano a creare il movimento, obbliga a riscoprire il significato delle cose che si fanno, non riducendo tutto ad un automatismo…"

Notizia inserita o aggiornata il 23/10/2004. Letta 3018 volte.

 

Torna ad inizio pagina
Torna su