Restiamo e lavoriamo!
Rossano (CS), 1 maggio 2005


"Restiamo e lavoriamo!" questo il tema dell’iniziativa 1° Maggio ’05, organizzata dalla Gi.O.C, in collaborazione con il Centro Servizi all’Imprenditoria Giovanile Diocesano e con il Patrocinio ed il sostegno della Cisl - Cgil - Uil. Rappresenta l’espressione di una forte appartenenza al territorio, desiderio di impegno nei propri luoghi di vita: lavoro, scuola, tempo libero, per concretizzare i forti valori che caratterizzano la nostra esperienza. Da sempre il 1° Maggio, per noi della Gi.O.C, rappresenta un momento particolarmente significativo della propria esperienza. E’ l’occasione per celebrare il lavoro dei giovani e per dare un segno visibile, sul territorio Rossanese, della nostra presenza e del nostro impegno, rispetto alla realtà di disoccupazione, lavoro nero, lavoro irregolare.
La Veglia di Preghiera Diocesana, il 30 sera, ha preceduto la festa del 1° Maggio. E’ stato un momento significativo, in cui i giovani Rossanesi ed i giovani immigrati, accolti e sostenuti dal Direttore dell’Ufficio Migrantes Diocesano, Don Mimmo Strafaci, hanno affidato al Signore, l’importanza che ha il lavoro nella propria vita, mettendo al centro le esperienze, le fatiche e le realizzazioni. La Veglia è stata presieduta da Sua Eccellenza Mons. Andrea Cassone che, durante l’omelia, ci ha ricordato che nella triste realtà lavorativa, bisogna sentire ancora di più, la presenza di Cristo. Un Cristo nostra unica ancora di salvezza, un Cristo che non ci abbandona mai! L’allestimento degli stand ha dato inizio al pomeriggio di domenica 1° maggio. Presenti: lo stand della Gi.O.C., del Centro Servizi all’Imprenditoria Giovanile Diocesano del Progetto Policoro e l’Associazione Insieme che si occupa di taglio e cucito. Da sottolineare la presenza di alcuni gesti concreti, presenti negli stand, nati grazie al sostegno e l’accompagnamento di percorsi formativi sul senso del lavoro, dal Centro Servizi all’Imprenditoria Giovanile Diocesano: “mani di fata", associazione di taglio e cucito; “Tecno Show Live", impianto audio e video di Luigi Tedesco, “ottica" di Sergio Simeri. Subito dopo l’animazione in piazza con giochi e canti sul lavoro, organizzati dai giovani dei nostri gruppi. Di particolare importanza la riflessione sulla condizione lavorativa a Rossano lavorativa, alternata con stacchi musicali. Sono stati affrontati 4 punti fondamentali, partendo da storie di vita, raccolte da giovani lavoratori:
1)L’esperienza dell’emigrazione. I giovani del Sud, nel 2002 circa 130.000, che dal Sud si spostano per cercare lavoro al Nord.
2)L’esperienza dell’immigrazione. Mentre i giovani del Sud partono in cerca di fortuna al Nord, allo stesso modo i giovani dei paesi del mondo meno sviluppati cercano, nel nostro Paese, un lavoro accontendandosi di “quei lavori" che noi giovani rossanesi rifiutiamo di fare: perché più faticosi, perché sfruttati. Un giovane Polacco, BoleK, ci racconta la sua esperienza lavorativa qui a Rossano. Molto negativa, per il poco rispetto che il datore di lavoro aveva nei confronti degli stranieri.
3)L’esperienza del lavoro nero. Da un’inchiesta fatta dalla Gi.O.C su scala azionale, su 1.500 giovani italiani intervistai, il 40% dei Rossanesi lavora in nero, contro il 17% dei giovani nazionali; mentre il 14% ha un contratto non regolare, contro l’8% nazionale.
4)L’esperienza della cooperazione e dell’Imprenditoria Giovanile Diocesano. Il Progetto Policoro, nato da alcuni Vescovi della Chiesa Italiana nel 1995, a Policoro, come risposta concreta al problema della disoccupazione. Una nuova cultura di lavoro: crearsi un lavoro, cooperazione o ditta individuale, attraverso l’incentivazione di leggi di finanziamento.
La riflessione si è conclusa con una proposta concreta di aggregazione e percorso con i giovani: la Campagna d’Azione. E’ un’inchiesta che faremo ai giovani, su: “Giovani e Consumo", con l’obiettivo di far prendere coscienza del valore che ha il denaro nella nostra vita e dell’uso che ne facciamo, ma soprattutto l’obiettivo è quello di aggregare questi giovani, per proporgli il cammino della Gi.O.C. La festa si è conclusa con un momento di karaoke.


Documenti
Veglia di preghiera - 1° maggio 2005 a Rossano
Programma e letture della veglia.
"Restiamo e lavoriamo" - 1° maggio 2005 a Rossano
Programma, storie di vita, proposte del 1° maggio a Rossano.


Album fotografico
Cliccare sulla foto per vederla ingrandita.


Notizia inserita o aggiornata il 20/06/2005. Letta 1362 volte.

 

Torna ad inizio pagina
Torna su